mercoledì 28 maggio 2008

A voi l'ultima parola

Nel leggere tutti i vostri commenti e dopo aver ricevuto Email e messaggini sms ove mi si invita a prendere tempo prima di chiudere il blog, confesso di provare una emozione forte quanto la rabbia che grazie a Dio riesco a contenere.
Credetemi, stasera parlavo con Sandra, e ci siamo detti in verità che la chiusura del blog comporta per noi una sofferenza che solo in pochi possono capire.
Rabbia perchè tutto questo avviene per colpa della indifferenza dei pochi e, sinceramente, chiudere questo blog è cosa fastidiosa perche siamo in diversi a volerlo difendere e continuare a viverlo come una cosa che ormai ci appartiene. Allo stesso tempo, personalmente non voglio che sia buttato lì, alla mercè di tutti inclusi quelli che non lo meritano. Potremmo valutare se chiuderlo agli indifferenti e lasciarlo vivere solo per coloro che effettivamente lo vogliono vivo e che quindi si impegneranno ad alimentarlo, sostenerlo ed annaffiarlo seppur non quotidianamente.
Per tutti gli altri mi dispiace, esso sarà illeggibile, non potranno neanche collegarsi e leggerlo, non saranno abilitati a farlo.
Ebbene sì, si tratta di impegno, di lavoro, di sacrificio. Quanti saremmo disposti ad accettare una proposta simile? Io dico anche pochi ma certamente buoni e di parola.
Dopo Agerola non servono fronzoli, servono persone armate di sensibilità, onestà e disponibilità. I fannulloni, gli indifferenti ed i formali rimanessero dove sono, continuassere a vivere la loro vita, essi non servono, almeno finora hanno dimostrato di essere inutili.
Personalmente, per quanto amo questa creatura, pur di farla vivere sono disposto fin da subito a farmi da parte e a cedere le briglie, ben vengano i volontari e coloro che vogliono impegnarsi nella gestione. Modelliamo se volete questo blog a nostro uso e costume, facciamo che esso sia uno strumento utile alla occorrenza, di confronto, condivisione e di piacere collettivo dicendo semplicemente arrivederci a coloro che finora si sono fatti desiderare.
Se noi vogliamo tenerci il blog dobbiamo solo dirlo ed avere poi il coraggio di fare un po di pulizia. Si accetteranno solo richieste di iscrizione fatte pubblicamente, sotto gli occhi di tutti gli altri, in maniera palese e responsabile. Chi vuole continuare a tenere il blog vivo si faccia avanti, adesso, subito, lasciasse un commento sotto questo post dichiarando il suo intento a partecipare attivamente e a voler continuare questa avventura.
Lasciasse un commento subito.
Credetemi, questo è l'ultimo tentativo che faccio, è un tentativo disperato e sincero, richiesto a cuore aperto ma una cosa è certa, sarà l'ultimo tentativo.
Non ci saranno ripensamenti. Sarete ancora una volta voi, e questa volta sarà l'ultima, coloro che alla fine decideranno.
Dio illumini tutti noi al riguardo.
Ciao a tutti!

martedì 27 maggio 2008

indovinate chi e'?credo che sia un 'ultimo regalo

ieri siamo stati al matrimonio del figlio di Fortuna D'Ambrosio ,Sabino,ed ho rivisto guarda caso ......che occasione da non perdere il telefonino a portata di mano e...opla la ripresa e' fatta!

video video

lunedì 26 maggio 2008

Pochi giorni alla chiusura definitiva

Ho aspettato finora per sentire altre persone altre ai soliti noti che si degnassero di scrivere due righe dopo gli ultimi avvenimenti.
Silenzio assoluto!
Il caso Anna d'Alessio è stato il clou.
Attraverso di esso ci siamo detti certe cose e ci siamo capiti molto meglio. Oggi ci conosciamo meglio e abbiamo una idea molto più precisa riguardo coloro con i quali ci siamo rapportati finora, ognuno di noi sa adesso anche come la pensano gli altri.
Anche coloro che sono stati in silenzio hanno parlato, a loro insaputa ma hanno parlato.
Ripeto...... E' STATO BELLO!
Aggiungo bello fin troppo per crederci, ma adesso siamo arrivati.
Dio conosce i nostri cuori, i nostri sentimenti e i nostri pensieri.
Questo forse detto da me ha poco valore, ma sappiate che io ci credo veramente.
Siamo arrivati, il blog esisterà (resisterà) ancora per una decina di giorni, poi sarà chiuso per sempre. Predetevi il tempo per crearne un altro a voi più congeniale. Spero troviate il tempo e la fantasia per farlo.
Questo blog sarà comunque leggibile, resterà agli atti, ma non sarà più possibile scriverci sopra.
Chi ha ancora qualcosa da dire ne approfitti, coloro invece che hanno detto poco si sforzino di trovare 5 minuti, il tempo di una sigaretta, e dicano qualcosa (ammesso che abbiano qualcosa da dire) oppure facciano il favore di tacere per sempre. Da loro non si prendono più lezioni ormai. Spero vi vergogniate della vostra incoerenza, delle vostre bugie e delle vostre ipocrisie. Siete ormai carte conosciute.
Ho aspettato forse fin troppo non prendete queste parole come offensive, prendetele per quelle dette da un fratello arrabbiato deluso e sofferente che nonostante tutto dichiara di volervi bene e, detta dichiarazione è sincera, non dettata dal fatto che la mia comunità mi impone di dirlo.
Io sono un uomo libero.
Liberatevi anche voi, liberatevi dalla vostra prigionia, siate sinceri almeno con voi stessi, vi assicuro che i vostri figli vi stimeranno di più.
Se qualcuno ha qualcosa da dirmi o rimproverarmi lo faccia per favore pubblicamente, davanti a tutti gli altri. Parlate adesso oppure tacete per sempre. Nonostante tutto vi voglio bene e credetemi..... la cosa mi costa non poco.